FABRIZIO VALSECCHI E’ DIACONO

Condividi su Facebook

Scritto il 15 novembre, 2014

Nel Duomo di Milano, Fabrizio Valsecchi è diventato diacono, iniziando così ufficialmente la sua missione, durante una messa di ordinazione davanti all’Arcivescovo di Milano. Lo hanno accompagnato moltgi valsassinesi. Fabrizio sarà DIACONO PERMANANTE DELLA VALSASSINA Collaboratore Pastorale del Decanato di “Primaluna” con riferimento alla pastorale giovanile. Per quanto riguarda il riferimento alla vita liturgica sarà Collaboratore della Pastorale della Parrocchia S. Giorgio M. in Cremeno facente parte della Comunità Pastorale “Maria Regina dei Monti” in Barzio.

Nella Celebrazione Vigiliare della I Domenica dell’Avvento Ambrosiano, presieduta in Duomo, il cardinale Scola ha conferito l’Ordinazione a sette Diaconi permanenti, presenti le loro mogli e i figli

Essere testimoni della comunione che nasce dall’avere in comune Cristo. È questa la consapevolezza, da vivere ogni giorno, che il Cardinale chiede prima di ogni altra cosa ai sette Diaconi permanenti a cui conferisce l’Ordinazione in Duomo. Momento solenne che, inserito nella Messa vigiliare della I domenica dell’Avvento ambrosiano, segna l’arrivo di un cammino a lungo preparato e, insieme, l’inizio di un Ministero da portare in tutti i luoghi dell’umano.

«Siete chiamati a vivere in prima persona l’inquietudine che abita il cuore degli uomini e delle donne del nostro tempo e a farvene carico.»

L’invito che viene da Gesù alla vigilanza di fronte all’inganno, «un rischio molto grave anche oggi», si fa attenzione e sguardo verso ciò che veramente avverrà, il ritorno del Salvatore, di «quell’Uno che salverà tutti».

Una comunione – lo ripete con forza il Cardinale – che si qualifica come «principio di organizzazione concreta», e che, pure, troppo spesso subisce ferite che «oscurano la sinodalità della Chiesa».

Il desiderio è che anche le famiglie degli Ordinandi sappiano testimoniare il dono «bello e inestimabile» del Diaconato permanente, «documentando che la famiglia è soggetto attivo di vita cristiana e soggetto di vita buona nella società, non un oggetto di sola cura da parte dei preti».

E, allora, l’immagine, forse, più coinvolgente e simbolica, dopo i riti propri di questa Ordinazione, è lo scambio della pace con il Cardinale portato, dai Diaconi, ai piedi dell’altare maggiore, tra le panche, ai figli e alle mogli. Un segno di pace e un abbraccio che si dilata al mondo.

Le foto sono copyright valsassinanews.com e ITL

 

Categories : CP Maria regina dei monti | Decanato | Prima pagina


No comments yet.

Sorry, the comment form is closed at this time.