«Partecipiamo intensamente alla Solennità di San Carlo»

Condividi su Facebook

Scritto il 3 novembre, 2012

San Carlo BorromeoMonsignor Bruno Marinoni, Moderator Curiae, sottolinea l’importanza della festa del compatrono della Diocesi, che verrà celebrata nel Pontificale presieduto dall’Arcivescovo alle 17.30 in Duomo.

«Un giorno significativo e importante, nel quale fare memoria di questo nostro grande Vescovo e della sua instancabile azione pastorale», «un momento particolarmente significativo e importante nella vita della nostra Chiesa, nella quale sono vive ancora oggi non poche tracce dell’influsso spirituale e pastorale di San Carlo»: così monsignor Bruno Marinoni, Moderator Curiae, sottolinea in una lettera il significato e l’importanza della Solennità di San Carlo Borromeo, compatrono della Diocesi, che verrà celebrata nel Pontificale presieduto dall’Arcivescovo domenica 4 novembre, alle 17.30, nel Duomo di Milano.«È una solennità liturgica che chiede di essere vissuta con una specifica caratterizzazione e partecipazione diocesana, da rendere visibile nel modo più concreto possibile», scrive ancora monsignor Marinoni. Oltre ai docenti e agli alunni del Seminario diocesano, che partecipano al Pontificale già da tempo, il cardinale Scola desidera che in Duomo siano presenti i Vescovi ausiliari, i membri del Consiglio episcopale, i Decani, quanti operano negli organismi di Curia e nelle realà collegate, i membri degli organismi diocesani di partecipazione e quanti «appartengono a realtà ecclesiali che vivono uno strettissimo legame con il Vescovo o che, addirittura, riconoscono in San Carlo il fondatore, l’ispiratore o un preciso riferimento spirituale».

Inoltre l’Arcivescovo ha richiesto esplicitamente la presenza degli Abati, Arcipreti e Prevosti mitrati «per sottolineare l’importanza di queste figure nella comunione presbiterale della nostra Arcidiocesi».

Al termine della celebrazione eucaristica, il cardinale Scola – che per l’occasione userà l’anello e il bastone pastorale dello stesso San Carlo – si recherà nello “scurolo” a rendere omaggio al Santo compatrono.

(www.chiesadimilano.it)

Categories : Chiesa di Milano


No comments yet.

Sorry, the comment form is closed at this time.