L’EPIFANIA NEL NOSTRO DECANATO TRA FEDE E TRADIZIONE

Condividi su Facebook

Scritto il 3 gennaio, 2020

Il giorno dell’Epifania segna la conclusione ufficiale delle vacanze natalizie. Il 6 gennaio è atteso soprattutto dai bambini per la tradizionale calza carica di doni, che la Befana porta a tutti i bambini buoni, eppure l’Epifania è una festa la cui origine nulla avrebbe a che vedere con la vecchina sulla scopa. L’Epifania è principalmente una festa religiosa cristiana, che celebra il giorno in cui Dio rivelò agli uomini la nascita di suo Figlio, rivelazione che venne fatta ai Re Magi richiamati da lontano a Betlemme dopo aver visto sorgere la stella annunciata dall’Antico Testamento. L’adorazione di Gesù da parte dei re Magi, provenienti da paesi lontani (la tradizione popolare cristiana li vorrebbe ognuno proveniente da un diverso continente e con il nome di Melchiorre, Baldassarre e Gaspare), rappresenta infatti la manifestazione del Bambino Gesù come Dio a tutti i popoli (non solo agli ebrei) e quindi a tutta l’umanità. La figura della Befana è giunta invece in un secondo momento e non ha alcun tipo di legame con i riti cristiani o con la religione, anche se in alcune realtà si mischia con l’arrivo dei Re Magi.

A Premana domenica 5 gennaio con partenza alle 20:30 ecco l’appuntamento con la tradizionale cavalcata dei Tre Re e i canti intonati ad ogni fermata, per un percorso da dieci tappe si concluderà in piazza della chiesa alle 23.

A Introbio, sempre domenica dalle 19, il corteo dei Re Magi dopo la cena all’oratorio con gli alpini a base di gnocchi, cotechino e lenticchie. Alle 20 la messa e l’arrivo del corteo accompagnato dal corpo musicale S.Cecilia di Cortabbio e dagli angeli della scuola dell’Infanzia Venini. A seguire nel campo dell’oratorio di Introbio arrivo della Befana con distribuzione di caramelle per tutti i bambini e per gli adulti vin brulè.

A Barzio, sempre di domenica, alle 16:30 partenza del corteo dei figuranti del presepe vivente e giro per le vie del paese, alle 18 messa in parrocchia e alle 19:30 arrivo della Befana in piazza Garibaldi. Anche a Pasturo nella frazione di Baiedo Presepe Vivente con ritrovo presso la la Cappelletta dei caduti via per Baiedo. Alle 20 inizio rappresentazione. Arrivo dei Re Magi. Al termine della rappresentazione apertura delle Corti.

Nella parrocchiale di Margno, in Alta Valsassina, lunedì 6 gennaio celebrazione del bacio di Gesù Bambino dalle 14:30 nella chiesa di San Bartolomeo con il tradizionale presepe vivente dei bambini ed il corteo dei Tre Re, con la celebrazione che sarà accompagnata dalla Cantoria di Margno. Il finale all’oratorio, con l’arrivo della Befana e merenda per tutti.

Categories : Avvento e Natale | CP Madonna della neve | CP Maria regina dei monti | Decanato | Prima pagina | UP Casargo, Margno con Crandola, Indovero con Narro | UP Premana e Pagnona


No comments yet.

Sorry, the comment form is closed at this time.