COMMENTO AL VANGELO DI DOMENICA 9 FEBBRAIO: CRISTO AL SERVIZIO DELLA VITA…

Condividi su Facebook

Scritto il 8 febbraio, 2014

Gesù si sposta ripetutamente da nord a sud della Palestina al servizio della vita e della salvezza di ogni persona: nulla e nessuno lo ferma! A Cana compie il secondo segno guarendo il figlio del funzionario del re: chiede sempre e solo la fede “PERCHE’ CHIUNQUE CREDE IN LUI NON MUOIA, MA ABBIA LA VITA ETERNA” (Gv. 3,16).

La ragione è una sola: l’amore di Dio non ha confini; solo chiede di non sfuggire alla sua offerta, di non nascondersi alla sua luce: “DIO HA TANTO AMATO IL MONDO DA DARE IL SUO FIGLIO UNIGENITO, PERCHE’ CHIUNQUE CREDE IN LUI NON MUOIA, MA ABBIA LA VITA ETERNA” (Gv. 3,16).

La prova più grande che Dio ama ogni uomo e tutta l’umanità è il fatto della sua Incarnazione: Gesù Cristo, l’uomo-Dio è la garanzia più sicura dell’amore di Dio.

Gesù è venuto per salvare, cioè per dire a tutti gli uomini che sono figli di Dio, che possono, se vogliono, vivere pienamente la loro identità… Non importa la debolezza innata, la facile caduta, l’incoerenza sempre in agguato, il peccato che segna la vita di ognuno di noi!

La speranza rende certi di questo amore e dà il coraggio di “venire alla luce”, di sfuggire ai propri nascondigli: la speranza riconduce ogni volta all’amore instancabile di Dio, perchè nessuno mai si senta trascurato o escluso! Di fronte a qualunque disgrazia, a qualunque male, a qualunque peccato, la parola di Gesù resta sempre un invito alla speranza: “DIO HA TANTO AMATO IL MONDO!” Dio vuole sempre salvo il mondo ed in esso l’uomo…

Solo così si capisce Gesù Cristo e il Suo comportamento!

Solo così si capisce il Vangelo, la buona notizia, una sfida al male, una proposta di speranza e di vita.

 

Categories : Commento al Vangelo della Domenica | Prima pagina


No comments yet.

Sorry, the comment form is closed at this time.