A PREMANA ALLA FESTA DI DON BOSCO ‘CASCIÀ VIA GINEER’ PER LE VIE DEL PAESE

Condividi su Facebook

Scritto il 30 gennaio, 2020

Alla S. Messa delle ore 18.00 nel giorno della festa di San Giovanni Bosco, sono invitati i bambini, ragazzi, adolescenti e giovani. Al termine della funzione don Mauro, gli educatori con con Mauro Ghislanzoni andrannoi “a cascia vie gineer” per le vie del paese.

Il pungente freddo dell’ultimo giovedì di gennaio non ferma la Giӧbia. La strega dalle gambe lunghe e le calze rosse si aggira nella notte dell’Altomilanese e in quella di qualche altra zona dello Stivale settentrionale. Ha fame, è ingorda ed è ghiotta di bambini. Ma qualcuno le ha teso una trappola: un copioso risotto accompagnato da un’altrettanto copiosa luganega, preparata su un davanzale di una finestra. Lei mangia, mangia e mangia, fino a dimenticarsi che il giorno incombe. Spunta il primo raggio di sole e la strega, che si brucia alla luce naturale, viene polverizzata.

I bambini sono salvi e la festa può avere inizio. E’ questo il racconto popolare più noto della Giubiana, o Giӧbia, che favoleggia una tradizione antica del mondo agricolo. Un mondo scandito da ricorrenze periodiche, che accompagnavano i ritmi delle stagioni e che permettevano di vivere in simbiosi con il tempo della natura. In quell’epoca gesti e rituali erano densi di significati. Così, nell’attesa del risveglio primaverile e di una buona semina, nel periodo più freddo dell’anno, fine gennaio, era consuetudine ardere simbolicamente l’anno passato, con l’augurio che quello nuovo fosse ricco di buoni e abbondanti raccolti.

Categories : Decanato | UP Premana e Pagnona


No comments yet.

Sorry, the comment form is closed at this time.