NEGLI ORATORI VALSASSINESI ALL’OPERA IL SENSO AL NOSTRO ESSERE NELLA REALTA’ – TUTTE LE FOTO

Condividi su Facebook

Scritto il 11 agosto, 2018

AllOpera è stato il tema che da Premana a Pasturo hanno seguito i 200 educatori ed animatori valsassinesi che hanno seguito più di mille tra bambini e ragazzi secondo quanto scelto dalla FOM – Fondazione Oratori Milanesi. Il tema si basava sul comando originario dato da Dio all’uomo, creato a sua immagine e somiglianza. Ai giovanissimi è stato rivolto l’invito che Dio rivolge a ciascuno di noi attraverso i giochi, i laboratori e la preghiera e che anche noi ci rivolgiamo reciprocamente: “Non siamo chiamati ad una sorveglianza passiva delle meraviglie del Creato ma ad un agire attivo a servizio di un dono ricevuto gratuitamente. Il nostro lavoro e le nostre opere sono benedetti da Dio come possibilità autentica per dare senso al nostro essere e alla realtà in cui ci trovaimo. AllOpera è dare inizio all’opera di sé con gli altri. AllOpera è venire a sapere di sé e degli altri, prendere coscienza del mondo riconoscendosi nelle cose fatte

Il vicario per la pastorale giovanile della Valsassina don Gianmaria Manzotti che non ha fatto mancare la sua presenza in varie occasioni in tutti gli oratori: “L’oratorio è palestra di vita e d’amicizia, dove la preghiera, l’istruzione religiosa danno il senso della disciplina e del bene comune. Qui il tempo viene trascorso in modo sano, gioioso, sereno e l’obiettivo degli animatori è quello di aiutare i piccoli e i ragazzi a scoprire i saldi ed autentici valori del vivere quotidiano”.

Tante le collaborazione da parte di genitori, nonni, seminaristi e suore oltre che sacerdoti e laici nella bellezza di un’oratorio che mantiene la Chiesa vicina alla gente, aperta a tutti, “popolare” nel senso più genuino. Anche quest’estate in oratorio è stata sperimentata un’attenzione personale e gratuita tra l’azione educativa e il Vangelo senza una linea di demarcazione.

Un’attenzione particolare è stata data agli adolescenti che sono presenti per l’animazione dell’oratorio estivo e diverse attività pratiche: questo corrisponde ai bisogni dell’ambiente. L’adolescente è stato coinvolto a credere quando qualcuno lo aiuta a riflettere, in una relazione significativa. In molti casi è stato fatto in modo che agli adolescenti vivessero l’oratorio come in una casa, che si frquenta non solo quando c’è qualcosa di previsto, ma anche in momenti informali, per il piacere d’incontrarsi.
Foto concesse in licenza Creative Commons
Categories : CP Madonna della neve | CP Maria regina dei monti | Decanato | L'Oratorio in Valsassina | Pastorale Giovanile | Prima pagina | UP Casargo, Margno con Crandola, Indovero con Narro | UP Premana e Pagnona


No comments yet.

Sorry, the comment form is closed at this time.