LA LECTIO DI DON GRAZIANO: LA VERITÀ CHE FA LIBERI

Condividi su Facebook

Scritto il 3 marzo, 2018

Più che sulle spalle ,a mosè pesano sul cuore le tavole di pietra che sta portando in cima al monte Sinai. Sono il segno di un fallimento, di un dono sciupato,di un’alleanza tradita. Mosè sa che il Signore è “ Dio misericordioso e pietoso”, sa che la tenerezza del suo cuore vince la durezza della pietra. Mosè crede più alla bontà del Signore che alla stupidità e testardaggine dell’uomo; per questo nonostante tutto, osa ancora chiedere, domandare, cercare.

Forse sarebbe meglio se ci presentassimo con meno presunzione e più fede. Non siamo noi che ci guadagniamo la salvezza, è Lui che ce la regala. Ed eccoci al Vangelo:se qualcuno ci venisse a dire di essere un tipo sportivo perché abita nello stesso palazzo di un noto calciatore o di avere doti drammaturgiche perché ha incontrato per strada un attore famoso o di essere intellettualmente dotato, perché ogni giorno passa davanti all’università e alla biblioteca civica, ci verrebbe come minimo da sorridere. Sorrideva forse anche Gesù mentre polemizzava con “questi giudei che avevano creduto in Lui”, sorrideva, però masticando amaro.

Anche qui “uomini dalla testa dura” che non capivano o non volevano capire le sue parole.

Si può avere la testa dura anche dopo aver studiato tutto quanto c’era da capire, perché a volte gli schemi che si hanno in mente sono più importanti della realtà stess, perché dentro di noi la “verità che fa liberi” non trova spazio.

Se in questa testa dura si aprisse anche solo uno spiraglio di luce, non finiremmo certo a “raccogliere pietre per scagliarle cpntro Gesù”, per allontanarlo come un ospite scomodo ed indesiderato.

Ci siederemmo con calma per ascoltare meglio la sua Parola. Senza timore e difese. Con l’animo aperto ad accogliere una verità forse scomoda, ma che apre spazi inimmaginabili di gioia e di crescita.

Don Graziano vicario parrocchiale
Terza domenica di Quaresima
Domenica 4 marzo 2018
Erodoto 34, 4-10 – Galati 3, 6 -14 Vangelo Gv 8, 31 – 59
Rito Ambrosiano

Categories : Commento al Vangelo della Domenica | Quaresima e Pasqua


No comments yet.

Sorry, the comment form is closed at this time.