LA LECTIO DI DON GRAZIANO: ACQUA PER LA NOSTRA SETE

Condividi su Facebook

Scritto il 24 febbraio, 2018

Davanti agli occhi della samaritana sono caduti tutti i pregiudizi su Dio e la religione. Chissà perché spesso la religione viene scambiata, viene concepita solo come un complesso di regole da osservare o come una serie di riti a cui partecipare, con la prospettiva, poi, di trovare al termine della nostra vita solo un Dio giudice, un severo inquisitore a cui non scappa niente.

Notiamo la delicatezza di Gesù, il quale ben lungi dall’accusare, si mostra piuttosto bisognoso nei confronti della donna samaritana: “Dammi da bere”: a parte che questa scena, a pensarci bene, è una mossa abilissima: non c’è amante migliore di chi mostra di aver bisogno dell’amato!

Trattandosi poi di una donna, la quale di sua natura è già portata al dono di sé (perché la donna è essenzialmente dono).
E intanto Gesù prepara il cuore della samaritana al grande dono della fede.
E notiamo l’immagine di un Gesù amico, dell’amico vero, che sente il bisogno soprattutto del tuo amore, e che quindi si mostra interessato anche alla tua felicità.

Ecco io non so che cosa vi fa pensare l’immagine dell’acqua viva che Gesù propone alla donna samaritana: a me fa pensare a certe vecchie favole della nonna, dove c’è sempre qualcuno che dopo infinite peripezie, incontra un misterioso personaggio che gli dà in dono l’acqua brillante, l’acqua della vita, l’acqua che rende immortale.

Ecco è proprio così che dobbiamo concepire il nostro rapporto con Gesù: cioè un rapporto non tanto con un giudice severo che è lì solo per accusarti, ma invece un rapporto con un Padre buono, che vuol darti la vita, l’acqua della vita.
Ecco Gesù ha convertito quella donna non tanto con le parole, con le prediche, ma con l’amore, mostrandosi vero amico dell’anima sua.

Ecco perché la samaritana è una donna del nostro tempo, perché è una donna alla ricerca di Dio.

Don Graziano Vicario parrocchiale
Domenica 25 febbraio 2018
Seconda domenica di Quaaresima
Rito Ambrosiano  “Ciclo B”
Vangelo Gv 4, 5 – 42

Categories : Prima pagina | Quaresima e Pasqua


No comments yet.

Sorry, the comment form is closed at this time.